Charbel's friends - Gli amici di san Charbel


Vai ai contenuti

SAN CHARBEL:
IL "PADRE PIO" DEI LIBANESI
Intervista di Renzo Allegri a Patrizia Cattaneo

“Se fosse vivo oggi, catalizzerebbe l’attenzione dei mass media e sarebbe oggetto di studio della Nasa. Verrebbe sottoposto alla Tac come le mummie egizie e il suo Dna susciterebbe il massimo interesse. Si spenderebbero fiumi d’inchiostro e di parole sul mistero che lo circonda e anche i migliori detective impegnati a scoprire segreti del suo essere sarebbero costretti a gettare la spugna”.
Così dice Patrizia Cattaneo, scrittrice e giornalista, riferendosi a un monaco libanese, Charbel Makhlouf, appartenente alla Chiesa cattolico maronita, morto oltre un secolo fa, proclamato santo da Paolo VI nel 1977, la cui festa liturgica si celebra il 24 luglio. Leggi

IL SANTO
DEL LIBANO


Articolo di
Matteo Salvatti
Il Timone
Luglio/Agosto 2010

LE IMPRONTE DI SAN CHARBEL

TESTIMONIANZE
di grazie


IN LIBRERIA

LA TERRA CHE GUARISCE
Santa Rafqa monaca libanese maronita
Patrizia Cattaneo - Ed. S. Paolo 2012




GUARISCIMI
TI PREGO!
San Nimatullah Al-Hardini Olm,
maestro di San Charbel
Patrizia Cattaneo - Ed. Segno 2011




SAN CHARBEL
SOLE D'ORIENTE
Patrizia Cattaneo - Gribaudi 2011



L'elenco completo dei libri in italiano sui santi libanesi è alla pagina
LIBRI


IL MIRACOLO DEL 22 DEL MESE

Nohad Al-Chami:
particolare della cicatrice sinistra


Uno dei miracoli più soprendenti legati a san Charbel è quello di Nouhad Al-Chami, colpita da ictus cerebrale, causato da una doppia occlusione della carotide, che le paralizzò il lato sinistro del corpo. La donna non parlava più e non si cibava più. I medici la congedarono dall'ospedale senza effettuare alcun intervento, che giudicavano troppo rischioso. La notte del 22 gennaio 1993, dopo che il figlio le frizionò la gola con l'olio benedetto di san Charbel, Nohad si addormentò e in sogno vide san Charbel e san Marone. I due monaci le si avvicinarono per operarla alla gola. Quando Nohad si avegliò, capì che non si era trattato di un sogno. Si alzò da sola, si guardò allo specchio e vide due cicatrici ai lati della gola di dodici centimetri ognuna, con diversi punti di sutura da cui fuorisciva il filo chiurgico. Si recò subito al Monastero di Annaya per testimoniare l'accaduto al superiore, e qualche giorno dopo, i medici dell'ospedale di Beirut tolsero increduli i punti di sutura dal collo di Nouhad, certificando l'avvenuta e misteriosa guarigione. Ogni 22 del mese la donna si reca al Monastero di Annaya per celbrare la ricorrenza del miracolo. Leggi

IL GIALLO DELLA FESTA DI SAN CHARBEL

sulla foto: la tomba di san Charbel nel monastero di Annaya

Anche la festa di san Charbel è un mistero: chi la celebra la terza domenica di luglio, chi il 23 luglio, chi il 24... Qual è la risposta esatta?
Clicca qui per scoprirlo




I FENOMENI INSPIEGABILI


La prima tomba di san Charbel da cui usciva la luce misteriosa

LA FOTO MISTERIOSA


San Charbel è il personaggio misterioso al centro in basso


Un fatto prodigioso legato a san Charbel Makhlouf riguarda la sua immagine. Tranne i suoi confratelli, quasi nessuno ha visto il volto di san Charbel dopo il suo ingresso in monastero, perché teneva sempre il cappuccio calato sugli occhi, e mai nessuno lo ha fotografato.
Ma mezzo secolo dopo la sua morte, l’8 maggio 1950, alcuni missionari in pellegrinaggio ad Annaya, scattarono una fotografia di gruppo. Al centro della foto comparve un personaggio misterioso a mezzo busto: un monaco dalla barba bianca, col cappuccio e con gli occhi abbassati. Gli esperti esclusero il fotomontaggio e i monaci più anziani riconobbero con commozione il volto di padre Charbel e lo dichiararono sotto giuramento al processo di canonizzazione.



SAN CHARBEL
I MIRACOLI
CHE LO HANNO RESO SANTO

Il miracolo di suor Maria Abel Kamary

Nel 1936 suor Maria Abel Kamary, una giovane della Congregazione dei Sacri Cuori di Bikfaya, per una grave forma di ulcera pilorica smise di alimentarsi, perdendo in poco tempo trenta chili. I due interventi chirurgici a cui si sottopose furono devastanti. Una notte sognò padre Charbel che la benediceva e lo considerò di buon auspicio... continua

BEATO STEFANO NEHME'

Urna con il corpo incorrotto del beato Stefano (1889-1938) dichiarato beato il 28 giugno 2010. http://estephannehme.org/

SAN MARONE
UOMO DEL SILENZIO



ARAZZI
DI SAN CHARBEL

Cliccare per ingrandire

MOLIASTRENA srl
Borgo Pio 129, Roma.
Tel. 06 688 02 647



ALTRI SANTI IN VISTA



E' attualmente in corso la causa di canonizzazioneanche del Patriarca Stefano Douayhy.

http://www.douaihysaint.com

LE RELIQUIE DEI SANTI LIBANESI
IN PROVINCIA DI PAVIA

Il reliquiario donato dai Maroniti alla chiesa
di Gravellona Lomellina


IL VANGELO DEL GIORNO


Home Page | San Charbel | Preghiere | Testimonianze | Santi libanesi | Links | Libri | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu